My Beauty Blog

ANCHE IL COLLO TORNA GIOVANE: LIFTING E I TRATTAMENTI DI CHIRURGIA E MEDICINA ESTETICA PIU’ INDICATI

Ringiovanire l’aspetto del collo senza doversi sottoporre ad interventi eccessivamente invasivi è possibile grazie a differenti tecniche di chirurgia plastica estetica. Ogni contesto richiede un approccio specifico: quali sono le metodologie di intervento più indicate rispetto alla situazione di partenza? Qual è il metodo più adeguato in relazione al risultato che vogliamo ottenere?

L’aspetto del collo è tale in virtù di tre principali strutture anatomiche, cioè la cute, il pannicolo sottocutaneo e l’apparato muscolare.

Per capire qual è la situazione individuale di partenza, è necessario stabilire quali di queste strutture sono responsabili dell’inestetismo.

Il cedimento della cute, per esempio, può essere responsabile del doppio mento; l’assenza di un angolo tra il mento, l’osso ioide e il giugulo, invece, può essere causato dalla presenza di un eccesso di pannicolo adiposo sottocutaneo e sotto muscolare.

Ecco che, in relazione al problema specifico, il vostro chirurgo plastico di fiducia sarà in grado di progettare e proporvi il miglior intervento per correggere e limitare l’inestetismo in esame.

 

DAI 50 ANNI IN SU: IL MACS LIFTING

In determinate condizioni il Macs Lift è la scelta più opportuna: le incisione sono minime e i tempi di ripresa rapidissimi. Le cicatrici restano invisibili poiché sono posizionate in zone naturalmente coperte o tra le pieghe naturali della pelle. Il riposizionamento dei tessuti è molto preciso e tutta la pelle in eccesso viene eliminata, garantendo un risultato davvero eccellente e naturale. L’intervento viene effettuato praticando una piccola incisione davanti all’attaccatura dell’orecchio attraverso la quale si interviene riposizionando e rimettendo in tensione i tessuti .

Viene praticata in anestesia locale con sedazione farmacologica.

E’ una tecnica molto sicura e consigliata sia per le paziente over 50 sia per i fumatori accaniti per i quali gli ampi scollamenti delle tecniche tradizionali di lifting metterebbero in pericolo la sopravvivenza dei lembi cutanei facciali dissecati.

Il risultato è molto naturale e il post-operatorio davvero rapido.

Per accentuare il risultato è possibile associare il lipofilling, utile soprattutto per i soggetti molto magri per i quali è possibile ricreare i volumi adiposi persi negli anni.

Se è invece presente una quantità eccessiva di tessuto adiposo è possibile associare al MACS-LIFT una liposuzione, aspirando il grasso in eccesso con sottili e delicate cannule.

 

NEFERTITI LIFT

Il Nefertiti Lift è una nuovissima procedura che ridefinisce le linee della mandibola e del collo con risultati davvero sorprendenti: grazie a questa tecnica sarà possibile ottenere un aspetto ringiovanito e tonico senza doversi sottoporre ad un intervento chirurgico.

Il Nefertiti lift rappresenta l’applicazione del botox sulla regione mandibolare quando sono presenti rughe verticali da anomala contrazione muscolare.

La procedura prevede una serie di iniezioni di botox perfettamente dosate che rilassano i muscoli responsabili dei cedimenti di guance e collo: in questo modo i muscoli della porzione superiore del viso riescono a tendersi e sollevare la metà inferiore, creando una linea molto più definita della mandibola.

Il risultato dura circa 4 mesi.

 

RADIOFREQUENZA E LASER CO2

 

Una delle migliori procedure, a mio avviso, è quella combinata tra Radiofrequenza e laser CO2.

Perfette nel trattare zone delicate come il collo, queste due soluzioni associate garantiscono risultati estremamente naturali, tempi di guarigione brevissimi e un approccio non invasivo.

La produzione del collagene naturale viene stimolata ed è possibile godere dei risultati delle sedute in modo progressivo. E’ possibile trattare rughe più o meno profonde, cedimenti lievi o importanti ed eliminare eventuali macchie solari o senili e cicatrici, migliorare trama e compattezza della pelle.

La laser terapia è ormai arrivata a livelli eccellenti e viene praticata con grande efficacia, purchè sia nelle mani di chirurghi plastici professionisti ed eseguita con macchinari laser certificati e d’avanguardia, come SmartXide 2.

Anche in questo caso l’approccio non è invasivo e il trattamento non richiede anestesia grazie ad uno speciale manipolo di raffreddamento che desensibilizza la parte che viene via via trattata.

 

 

FILLER E BIORIVITALIZZANTI

I filler sono usati nella medicina estetica per correggere e migliorare numerosi inestetismi che colpiscono il nostro viso. Non sono catalogati come “interventi chirurgici” poiché essi vengono iniettati sotto cute attraverso aghi molto sottili che a volte non richiedono neppure l’utilizzo di anestesia locale.

I filler non sono tutti uguali ed è quindi necessario abbinare il giusto prodotto all’inestetismo in esame.

RADIESSE è ad esempio un ottimo flller utilizzato per definire la porzione inferiore del viso e superiore del collo, ripristinando il cosiddetto “triangolo della gioventu” e recuperando quindi un ovale definito e senza cedimenti, tipico del viso giovane, fresco e disteso.

A base di calcio, Radiesse stimola la formazione di collagene mantenendo il tono del viso e del collo ma rispettandone le proporzioni, l’equilibrio  e l’armonia.

E’ un filler riassorbibile ma di lunga durata, circa 10-12 mesi.

Per solchi o rughe particolarmente profonde che si vogliono eliminare con effetto immediato è consigliabile ricorrere ad infiltrazioni di acido ialuronico, della durata di circa 6 mesi, trascorsi i quali è possibile ripetere il trattamento.

Esistono filler per ogni ruga ed esigenza: la tipologia di prodotto da utilizzare dipende dalla profondità delle rughe e dalla tipologia di pelle poichè ogni pelle è unica e diversa dalle altre.

Anche l’uso di terapie biorivitalizzanti o biostimolanti rappresenta una concreta possibilità di intervenire sugli inestetismi del collo: con alcune iniezioni intra-dermiche vengono iniettate sostanze contenenti vitamine e acido ialuronico che aiutano a mantenere luminosità ed idratazione del collo, soprattutto quando la pelle è sottoposta ad eventi stressanti o a sbalzi di temperature o cambiamenti di stagione. Sono consigliate circa 3 applicazioni a distanza di 3 settimane l’una dall’altra.

 

 

UNA MOSSA VINCENTE!

 

E’ importantissimo, in ogni caso, soprattutto in città e sotto al trucco, proteggere sempre la sottile e delicata pelle del collo dai raggi solari con fotoprotezione solare 50+, il nostro primo e più importante alleato nella lotta contro l’invecchiamento cutaneo.

By   Dott.ssa Alessia Glenda Buscarini

Articolo del 5 settembre 2013