SILHOUETTE Aprile 2013

Interventi SOFT per Fianchi, Interno Coscia, Ginocchia

La Dr.ssa Alessia Buscarini intervistata da Silhouette spiega come poter agire sui punti critici con interventi chirurgici SOFT per snellire i fianchi, l’interno coscia e le ginocchia.

PUNTI CRITICI: per renderli armoniosi nuovi interventi sempre più mirati e specifici. Da effettuare zona per zona.

Nel mondo quasi una donna su due non si piace allo specchio. Lo conferma una ricerca del dipartimento di chirurgia plastica ed estetica dell’Università di Ankara, in Turchia. A preoccupare molte volte sono i cosiddetti punti critici, zone del corpo rese poco armoniose dalla presenza di cuscinetti e rilassamenti visibili. E sulle quali la medicina e la chirurgia estetica intervengono con trattamenti sempre più mirati e specifici. Ecco i più nuovi ed efficaci, zona per zona.

 

Se la pelle è tonica si può valutare una minilipo.

Rimodellare l’addome

L’adipe a livello dell’addome si accumula con facilità. Se la pelle è tonica, al posto della tradizionale addominoplastica, si può intervenire con procedure decisamente meno invasive e che non lasciano cicatrici come la miniliposuzione.

“Si tratta di un intervento che elimina il grasso in eccesso aspirandolo attraverso apposite cannuleinserite con incisioni di pochissimi millimetri nascoste nelle pieghe cutanee” spiega la dottoressa Alessia Glenda Buscarini specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica a Milano. Condizione indispensabile per poter intervenire con la liposuzione è avere il giusto grado di elasticità cutanea che permetta alla cute di adattarsi ai nuovi volumi ed essere disposte a seguire un’alimentazione equilibrata e a fare movimento con regolarità in seguito per non aumentare di peso. In base all’entità del grasso da eliminare, l’intervento viene eseguito in anestesia generale con una notte di ricovero o in anestesia locale associata a eventuale sedazione. Dopo l’intervento compaiono ecchimosi che si risolvono nell’arco di 10-15 giorni; dopo una settimana è possibile riprendere le consuete attività,mentre è necessario portare un’apposita guaina compressiva per un mese per far adattare la pelle ai nuovi volumi. I risultati definitivi si hanno dopo 4-5 mesi dall’intervento

 

Via gli accumuli con tecniche soft

Ridurre le ginocchia

Uno stile di vita attivo ed un’alimentazione equilibrata a volte non bastano per evitare accumuli di grasso localizzati in questa zona. “ Per intervenire in modo soft si può ricorrere alla intralipoterapia con soluzione adipocitolitiche, una metodica in grado di rompere le cellule adipose che vengono poi eliminate per via naturale”, spiaega la dotttoressa Buscarini. Le iniezioni non necessitano di anestesia e vengono praticate con aghi molto sottili nella regione del ginocchio. La sostanza sciogli grasso si chiama Aqualyx e può essere utilizzata solo da medici specialisti. Il trattamento non ha particolari controindicazioni; possono solo comparire un leggero gonfiore ed un senso di dolenzia locale, che scompaiono nell’arco di tre-cinque giorni. Il numero di sedute necessarie varia: in genere bastano dalle cinque alle sette sedute a distanza di tre-quatttro settimane l’una dall’altra. I primi risultati sono visibili dopo circa tre sedute ma l’effetto è progressivo nel tempo.

Oltre che sulle ginocchia è possibile trattare accumuli adiposi localizzati su esterno ed interno cosce, fianchi, coulotte de cheval.

By   Dott.ssa Alessia Glenda Buscarini

Articolo del 25 aprile 2013