My Beauty Blog

Ultrasuoni per ringiovanire: l’innovazione di Ultherapy

Tutti noi, a un certo punto della nostra vita, iniziamo a notare i fatidici segni del tempo che proprio non ci piacciono.
L’uso di creme e sieri specifici, è certamente molto utile per prevenire la naturale perdita di elasticità e di tono della pelle, ma non è efficace a tal punto da risolvere il problema. In questi casi, una grande alleata della nostra pelle è la medicina estetica, che fornisce soluzioni non invasive per ripristinare l’originario turgore della pelle.

Uno dei migliori trattamenti è Ultherapy, ultrasuoni microfocalizzati che regalano nuovo tono alla pelle del viso senza doversi sottoporre a un intervento chirurgico, e quindi evitando lividi, gonfiore, dolore o tempi di recupero. Nato negli USA nel 2011, è un trattamento che, per efficacia e per qualità, domina tuttora la scena della chirurgia e della medicina estetica.

Il potere degli ultrasuoni

Gli ultrasuoni microfocalizzati agiscono molto più in profondità rispetto ad altri trattamenti, riscaldando in modo controllato e preciso le aree interessate. Questo riscaldamento provoca la contrazione delle fibre muscolari, che determina la produzione di nuovo collagene, rassodando e tonificando i tessuti con risultati duraturi e senza effetti collaterali.

Ulthera può essere applicato al viso su guance, arcata sopracciliare, contorno mandibolare, mento, collo e decolleté, ma anche su addome, braccia, interno cosce e glutei.

Una seduta dura dai 30 ai 60 minuti, è totalmente indolore, effettuabile in qualsiasi periodo dell’anno senza timore dell’esposizione solare, e non necessita di tempi di recupero, permettendo al paziente di riprendere da subito tutte le attività quotidiane. I risultati del trattamento saranno visibili dopo 1-3 mesi, perché il nuovo collagene verrà prodotto di volta in volta nel tempo. Sarà possibile, poi, ripetere la seduta ogni 18-24 mesi.

Possiamo dire che si tratta di un vero e proprio lifting non chirurgico che dura a lungo e non presenta azioni traumatiche per la pelle.

Non solo skin-tightening

Il trattamento Ulthera appartiene alla categoria dello skin tightening, ma può essere abbinato ad ulteriori trattamenti per ottimizzarne gli effetti, come filler riempitivi o laser skin resurfacing. La differenza tra ultrasuoni microfocalizzati e laser, in particolare, consiste nel fatto che i primi riescono a tendere la cute andando ad agire su uno strato molto profondo (i muscoli), mentre il secondo rinnova la pelle in superficie, rimuovendo le imperfezioni e rendendola subito più luminosa.

A chi rivolgersi per il trattamento Ulthera a Milano?

Quasi un milione di persone in tutto il mondo ha già scelto Ulthera per il lifting non chirurgico del viso e del corpo, ed è importantissimo potersi affidare a medici certificati all’uso di questa strumentazione, diffidando delle imitazioni.

La dott.ssa Alessia Buscarini è un chirurgo plastico con esperienza decennale, che opera con attenzione ai più piccoli dettagli di viso e corpo, al fine di mantenere sempre armonia ed equilibrio tra le forme, e donare ai pazienti i risultati che sognano.

By   Dott.ssa Alessia Glenda Buscarini

Articolo del 12 giugno 2018