My Beauty Blog

Invecchiamento della pelle: prevenirlo, curarlo e rallentarlo

TRATTAMENTI ANTI-ETA’

Esistono due tipi di invecchiamento cutaneo: l’invecchiamento naturale o genetico e l’invecchiamentocausato dalle aggressioni esterne
(stress, stile di vita, inquinamento, esposizione al sole, fumo, alimentazione squilibrata, …).

Poiché i fattori esterni rappresentano la principale causa dell’invecchiamento, è estremamente importante prendersi cura della pelle anche prima della comparsa dei primi segni dell’età.

E’ indispensabile seguire le 3 tappe del rituale di bellezza della pelle (detergere, idratare, proteggere) e utilizzare sempre i prodotti più adatti alla propria età e al proprio tipo e stato di pelle.

 

PRIMA DEI 30 ANNI

A questa età la pelle è generalmente al meglio della sua forma ed è perfettamente in grado di auto-rigenerarsi. Le tappe indispensabili del rituale di bellezza sono quindi sufficienti per avere e conservare una bella pelle: detergere, idratare e proteggere.

Un trattamento detergente regolare permette di eliminare impurità e residui di trucco, l’idratazione della pelle permette di mantenerla elastica e proteggerla anche d’inverno previene la comparsa di antiestetiche macchie.

Per conservare lo splendore naturale della pelle e prevenire la comparsa dei segni di disidratazione è utile tra i 25 e i 30 anni ricorrere a trattamenti con vitamine biorivitalizzanti, a base appunto di complessi multivaminici e una piccola percentuale di acido ialuronico.

Il trattamento è indolore e da subito si possono riprendere le normali attività.

 

TRA I 30 E I 40 ANNI

A questa età spesso si conduce una vita molto attiva. I momenti dedicati al riposo sono più brevi e la pelle ha meno tempo a disposizione per rigenerarsi. La fatica si accumula e appaiono, così, i primi segni di invecchiamento, come le prime rughe e la perdita di luminosità. E’ possibile quindi ricorrere a semplici infiltrazioni di acido ialuronico per riempire rughe sottili e a trattamenti laser per rigenerare la pelle in profondità.

 

TRA I 40 E I 50 ANNI

Attive e in piena forma, le quarantenni di oggi pretendono che anche la loro pelle sia lo specchio del loro benessere interiore. Tuttavia, a questa età, i segni della stanchezza e le rughe più profonde cominciano a fare la loro comparsa. La pelle diventa più secca e inizia a perdere tono. Possono comparire delle discromie, in particolare sulla pelle che è stata esposta al sole senza le protezioni adeguate.

Per completare i trattamenti base sopra citati come vitamine biorivitalizzanti e specifiche infiltrazioni di acido ialuronico, anche trattamenti laser per eliminare macchie e uniformare il colorito della pelle.

Per la comparsa di rughe d’espressione, date quindi da muscoli troppo attivi per lo stress e la vita frenetica, è possibile ricorrere al trattamento con botox, che rilassa per qualche mese la muscolatura coinvolta ma sempre in modo naturale. Il risultato sarà una pelle sempre giovane, riposata e naturalmente splendente.

 

DOPO I 50 ANNI

A questa età, la perdita di tono della pelle si acuisce, in particolare in concomitanza con il periodo della menopausa. La pelle si secca frequentemente, i meccanismi cellulari sono rallentati e la pelle si auto-ripara meno velocemente.

Per questo sono raccomandati trattamenti laser per rinnovare completamente e profondamente la pelle dall’interno correggendo rughe, lassità e antiestetiche iperpigmentazioni.

Diventa altresi necessario offrire alla propria pelle trattamenti supplementari specifici come filler sicuri e mirati che possano ripristinare i volumi perduti e definire contorni e lineamenti sempre rispettando i propri lineamenti e proporzioni. Per le rughe d’espressione è utile continuare il trattamento con botox, che si occuperà di mantenere il vostro viso sempre naturalemente disteso e riposato.

La protezione contro i raggi UVA e UVB dovrà essere rinforzata anche in città in modo da non aggravare la comparsa di rughe e di macchie scure.

By   Dott.ssa Alessia Glenda Buscarini

Articolo del 10 gennaio 2016