My Beauty Blog

Uomo e Chirurgia Estetica: i trattamenti più richiesti

I tempi in cui gli uomini che si prendevano cura della propria immagine venivano considerati narcisisti sono ormai finiti: la cura del corpo è diventata, anche per i maschi, un modo di rapportarsi con se stessi e con gli altri in modo più sicuro e soddisfacente.

Chirurgia plastica ed estetica hanno constatato direttamente questa inversione di tendenza e si sono adattate, elaborando e proponendo trattamenti indirizzati agli uomini: le proporzioni, l’armonia e un aspetto in forma e curato sono diventati – giustamente – un desiderio anche maschile.

 

Nell’arco di 16 anni, la chirurgia estetica maschile ha segnalato un clamoroso aumento, pari al +273%.

Non c’è (quasi) più differenza nel numero di richieste di interventi fra uomini e donne.

Caduto il tabù, per i maschi è diventato normale rivolgersi alla chirurgia estetica per correggere gli inestetismi che li crucciano.

L’età dei pazienti che si sottopongono a interventi estetici è – in media – tra i 45 e i 55 anni: le borse sotto gli occhi, qualche ruga di troppo, la pancetta prominente, le maniglie dell’amore, un ventre flaccido e rilassato, rappresentano un disagio per il 40% degli italiani maschi.

Come ripetiamo spesso, lo stile di vita e l’alimentazione sono basilari per mantenere il corpo più sano e reattivo possibile. Però è una realtà che, dove non è possibile intervenire con una buona attività fisica e la cura naturale del proprio corpo, può arrivare in aiuto la chirurgia estetica.

La chirurgia estetica maschile racchiude tutti gli interventi di chirurgia estetica e i trattamenti di medicina estetica mirati a eliminare o attenuare sia gli inestetismi congeniti, sia gli inestetismi derivati dai normali processi di invecchiamento.

Vediamo insieme i 4 interventi più richiesti dagli uomini: in cosa consistono, come vengono eseguiti e quali sono i motivi che li portano a richiederli.

 

TRATTAMENTI VISO: BLEFAROPLASTICA, BOTOX e LASER

OCCHI PIU GIOVANI: L’eccesso di cute intorno agli occhi può accentuare un aspetto stanco, invecchiato e triste; per restituire apertura e luce allo sguardo, la blefaroplastica è l’intervento perfetto. Meno impegnativo rispetto al lifting del viso, meno invasivo e con un decorso post operatorio decisamente più rapido, la blefaroplastica è un intervento analogamente capace di garantire un effetto “ringiovanimento”, di dare nuova freschezza agli occhi e, di conseguenza, a tutto il volto. Come qualsiasi intervento di chirurgia non può essere affrontato con leggerezza e comporta le medesime accortezze. La scelta del chirurgo, in grado non solo di eseguire l’operazione e di individuare il problema, deve essere effettuata con calma e attenzione. Il risultato che si vuole ottenere deve essere spiegato con chiarezza e la visita deve avvenire in un clima di collaborazione e serenità. Con la blefaroplastica è possibile eliminare l’eccesso di pelle sopra gli occhi (blefaroplastica superiore) oppure l’eccesso di pelle inferiore e le borse sotto gli occhi (blefaroplastica inferiore): l’intervento di blefaroplastica è generalmente eseguito in day hospital (senza ricovero e degenza) in anestesia locale, accompagnata quasi sempre da un po’ di sedazione per tranquillizzare e calmare il paziente.

ADDIO ALLE RUGHE: Proprio come per le donne, la comparsa delle rughe nell’uomo è dovuta all’invecchiamento cutaneo, che è strettamente correlato all’invecchiamento biologico dell’organismo. Con l’impiego del Botox è possibile intervenire sulle rughe di espressione generate dal quotidiano uso dei muscoli mimici della fronte, dal corrugare le sopracciglia o dall’ arricciare il naso. La tossina botulinica è iniettata in piccolissime dosi nelle zone interessate attraverso una siringa con ago sottilissimo. Il trattamento non prevede alcun tipo di anestesia poiché è in pratica indolore. Gli uomini scelgono di intervenire sulle rughe della fronte, nella zona perioculare e per eliminare le zampe di gallina. I risultati sono direttamente correlati ad una adeguata applicazione da parte di un chirurgo esperto, in grado di eliminare le rughe senza cambiare la fisionomia del volto o la sua naturale espressività.

Anche con l’impiego della tecnologia Laser è possibile intervenire sulle rughe d’espressione di viso e collo, appianandole e restituendo contestualmente elasticità ai tessuti. In chirurgia estetica i trattamenti laser sono utilizzati per eliminare le rughe e ringiovanire la pelle del volto, per eseguire il ringiovanimento cutaneo non ablativo, il Laser Skin Resurfacing con il Laser CO2 Frazionato e il fotoringiovanimento con luce pulsata. Con il laser possono essere trattate anche le cicatrici lasciate dall’acne. I trattamenti eseguiti con Laser stimolano la naturale produzione di collagene nella pelle, regalando un leggero effetto lifting generale.

TRATTAMENTI CORPO: LIPOSUZIONE

La liposuzione è una procedura chirurgica volta ad eliminare il grasso corporeo in settori specifici: l’addome, i fianchi, le cosce e i glutei, per esempio, possono essere oggetto di intervento di liposuzione. Con questa proceduta è possibile, pertanto, rimodellare alcune zone del corpo e riportarle ad una corretta proporzione e armonia. I candidati ideali alla liposuzione sono quei soggetti che presentano eccessi di adipe localizzato, tuttavia hanno un peso stabile. Le zone di accumulo adiposo tipiche del paziente maschile sono addome, fianchi, pettorali e schiena: il 67% dei pazienti maschi richiede l’intervento di liposuzione per intervenire su addome (pancia) e fianchi (maniglie dell’amore). La classica “ciambella” maschile è spesso resistente a sport e diete. La liposuzione è eseguita in anestesia locale ma con sedazione: il paziente non assiste all’intervento grazie al sedativo. Successivamente all’intervento, il paziente riprende conoscenza e dopo qualche ora può tornare a casa. I risultati della liposuzione sono definitivi. Lo scopo dell’intervento è quello di rimuovere il grasso in eccesso (adipe) e quindi le cellule stesse che lo producono e contengono. Questa tecnica permette di intervenire alla fonte del problema, eliminando la possibilità che l’inestetismo si ripresenti; va da sé che ciò è possibile se il paziente mantiene successivamente il peso oppure lo aumenta al massino del 10%. Dopo un intervento di liposuzione, la pelle deve adattarsi ai nuovi contorni del corpo: i soggetti che possiedono una pelle tonica ed elastica sono i migliori candidati a questo tipo d’intervento perché se la pelle è sottile e con scarsa elasticità, essa potrà apparire più allentata nelle aree trattate.

By   Dott.ssa Alessia Glenda Buscarini

Articolo del 14 dicembre 2015