Silhouette Novembre 2012

Cancellare le cicatrici dell’acne con laser e radiofrequenza

Rendere meno evidenti i segni lasciati dall’acne, la Dr.ssa Buscarini ci spiega come fare.

MEDICINA ESTETICA: VIA I SEGNI DELL’ACNE CON IL LASER

Il ricordo più doloroso dell’acne sono le cicatrici che i brufoli possono lasciare quando non vengono curati a dovere. Per eleminarle fino a qualche tempo fa si ricorreva ai peeling chimici ed alla dermoabrasione, entrambe metodiche piuttosto aggressive ed a volte non del tutto efficaci.

Oggi l’eliminazione delle cicatrici viene affidata ai trattamenti laser, certi nel risultato e sicuri con la pelle.

Il più nuovo in ordine di tempo associa il laser co2 frazionato micro ablativo con la radiofrequanza

Il laser elimina gli strati più superficiali della pelle riducendo i margini e lo spessore delle cicatrici. In questo modo le cellule dello strato profondo, giovani e vitali, emergono verso la superficie sostituendo quelle più vecchie. Contemporaneamente viene stimolata la produzione di elastina e collagene, fibre elastiche che “ riempiono” la cicatrice dando levigatezza alla cute.

La radiofrequanza potenzia l’efficacia del laser ed al tempo stesso ne diminuisce gli effetti secondari come il rossore ed il gonfiore che permangono solo per due, tre giorni e non fino a due settimane come succedeva con i vecchi laser. Inoltre la radiofrequanza tonifica la pelle e la rende più luminosa. L’abbinamento delle due metodiche permette di avere risultati anche sulle cicatrici molto visibili proprio per la “profondità” d’azione del trattamento. Di esclusiva competenza medica la metodica non è dolorosa perché il laser è dotato di un sistema di raffreddamento che desensibilizza la parte trattata.

Il numero delle sedute varia, in base alla gravità degli esiti d’acne, dalle due alle quattro, da eseguire ogni due mesi circa. L’esposizione al sole è vietata nel mese precedente e successivo. Per quattro cinque giorni dopo la seduta la pelle va idratata due, tre volte al giorno con un prodotto apposito. Già il giorno successivo è possibile truccarsi.

 

By   Dott.ssa Alessia Glenda Buscarini

Articolo del 28 novembre 2012