VIVERE SANI E BELLI FEBBRAIO 2014

Rimedi per le Smagliature

La dr.ssa Alessia Buscarini è intervistata da Vivere Sani e Belli
Ci parla delle Smagliature, i migliori rimedi per prevenirle e per curarle.

VIVERSANI E BELLI FEBBRAIO 2014 – LE SMAGLIATURE

Alessia Glenda Buscarini, specialista in chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica a Milano.

Socio Sicpre ( Società italiana di chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica) opera a Milano. I suoi campi d’interesse sono l’utilizzo delle cellule staminali adipose per il ringiovanimento del viso ed il riempimento del seno e nuove tecniche chirurgiche per aumentarlo.

Eivitare che compaiano è la prima mossa, ma se le smagliature ci sono, si possono attenuare o eliminare con recenti tecniche di medicina estetica. Abbiamo chiesto al chirurgo di illustrarci le metodiche disponibili.

  • Che cosa sono le smagliature?

Le smagliature sono vere e proprie cicatrici date da una progressiva perdita di collagene della pelle, dallo strato più profondo a quello più superficiale

  • Meglio prevenirle che curarle?

Sicuramente, e per farlo è importante mantenere elastica la pelle seguendo una dieta equilibrata che apporti vitamine, minerali e proteine indispensabili al tono cutaneo.

E’ importante, poi, evitare repentini cambiamenti di peso dovuti spesso a diete drastiche.

  • Fare movimento è utile?

Certo, avere un buon tono muscolare aiuta a mantenere la pelle distesa, contrastando la formazione delle smagliature.

  • E le creme?

Sono valide alleate, poiché forniscono alla cute l’idratazione ed il nutrimento che le servono per preservare compattezza e turgore.

  • Che cosa propone il medico estetico?

La metodica più avanzata per eliminare le smagliature oggi è lo Smartxide2, una nuova tecnologia con il laser CO2 frazionato microablativo, che agisce in combinata con la radiofrequenza, dando vita a una sinergia di azione particolarmente indicata per smagliature chiare, profonde, formate ormai da tempo.

  • Come agiscono insieme queste tecnologie?

Il laser rinnova completamente la pelle dagli strati più superficiali a quelli più profondi, stimolando la produzione di nuovo collagene, per riparare gli strappi. La radiofrequenza completa e potenzia gli effetti del laser, donando alla cute nuova elasticità, compattezza e tono. La radiofrequenza, peraltro , è in grado di ridurre al minino gli effetti collaterali dei precedenti sistemi laser, come rossore e gonfiore, consentendo un miglioramento più veloce.

  • Quante sedute servono?

In base alla situazione di partenza si effettuano dalle 3 all

e 6 sedute a distanza di 40-45 giorni l’una dall’altra. L’effetto del trattamento laser è graduale e progressivo: al termine del ciclo, la pelle si presenta più compatta ed omogenea.

  • Come avviene il trattamento?

Le sedute, eseguite in ambulatorio e della durata di 25-45 minuti in base alla zona da trattare sono indolori e non provocano arrossamenti.

E’ indispensabile, però, evitare l’esposizione solare nel mese precedente ed in quello successivo, e idratare sempre bene la pelle nei giorni successivi,

By   Dott.ssa Alessia Glenda Buscarini

Articolo del 17 giugno 2014