My Beauty Blog

ACIDO IALURONICO: QUANDO E PERCHE’ SCEGLIERLO, EVITANDO GLI EFFETTI COLLATERALI

Da qualche tempo è diventato molto frequente imbattersi in monografie e articoli che parlano di acido ialuronico, sia sulle riviste di settore sia sul web. Ciò che spesso risulta poco chiaro o comunque non esauriente interessa i risultati che si possono effettivamente ottenere e gli eventuali effetti collaterali derivati da un trattamento medico estetico effettuato con acido ialuronico. Ritengo quindi necessario provare a fare un po’ di chiarezza sull’argomento e spiegare alle mie lettrici nel modo più semplice possibile la natura, gli impieghi e i possibili effetti collaterali dell’acido ialuronico.

COS’E’ L’ACIDO IALURONICO?

L’acido ialuronico si presenta in natura come uno dei principali elementi della nostra pelle. La sua caratteristica fondamentale si manifesta nelle proprietà di resistenza e mantenimento del tono della pelle. Ovviamente la concentrazione naturale di acido ialuronico tende a diminuire con il progressivo avanzare dell’età, lasciando spazio all’insorgere di rughe, solchi e cedimenti cutanei. Per questo motivo diventa di profondo interesse l’applicazione di un trattamento che consenta una re-immissione intracutanea di acido ialuronico a sostegno dei tessuti, senza alterare in alcun modo la naturale fisionomia del viso e regalando un aspetto più giovane, fresco e riposato.

COME AVVIENE IL TRATTAMENTO?

Il trattamento avviene tramite infiltrazione, iniettando a livello dermico una quantità sufficiente di acido ialuronico che vada a integrarne la concentrazione già presente. L’intervento è praticato avvalendosi di aghi estremamente sottili che provocano una leggera pressione ed un fastidio davvero sopportabile. Per questo motivo, quando si praticano infiltrazioni nella zona del viso, solitamente non è neppure necessaria l’anestesia. Soltanto per il trattamento alle labbra, ricche di terminazioni nervose e pertanto più sensibili, è suggerito l’ausilio di una semplice crema anestetica.

DOVE SI APPLICA L’ACIDO IALURONICO?

ACIDO IALURONICO: QUANDO E PERCHE’ SCEGLIERLO, EVITANDO GLI EFFETTI COLLATERALI

Gli interventi di soft restoration con acido ialuronico sono ideali per correggere rughe o depressioni come solchi naso-labiali, rughe della marionetta o mento-labiali, codice a barre sul contorno superiore delle labbra o rughe generalizzate del nostro viso tramite la biorivitalizzazione in cui l’acido ialuronico è integrato a vitamine, minerali ed acidi nucleici per donare alla pelle idratazione, elasticità e luminosità.

L’acido ialuronico è inoltre usato per aumentare il volume della labbra in modo armonico, proporzionato e naturale.

PERCHE’ SCEGLIERE L’ACIDO IALURONICO?

Ci sono numerosi buoni motivi secondo i quali è possibile tornare ad avere un viso disteso e riposato. Ne elencherò di seguito alcuni, che sono sicura saranno di immediata comprensione e condivisione:

  • l’effetto è immediato e consente l’immediata ripresa delle normali attività quotidiane;
  • il risultato è estremamente naturale e gradevole: nessuno stravolgimento della fisionomia, ma la conquista di un aspetto più giovane, sano e riposato;
  • il trattamento è reversibile e non permanente: se il risultato non dovesse essere soddisfacente (circostanza peraltro assai rara), nel giro di circa 6-8 mesi l’effetto di riempimento svanisce progressivamente;
  • il trattamento è ripetibile: è possibile riconquistare ad ogni seduta gli effetti che progressimente andranno diminuendo con il naturale trascorrere del tempo;
  • i costi accessibili: è importante avere l’opportunità di riconquistare l’aspetto desiderato senza essere obbligate ad esborsi consistenti.

POSSIBILI EFFETTI COLLATERALI

Essendo l’acido ialuronico un prodotto estremamente biocompatibile con il nostro organismo, il rischio di allergie o intolleranze è estremamente raro. Non è infatti necessario eseguire test preventivi. Per limitare ancor più le già poco frequenti reazioni allergiche, i trattamenti sono preclusi a soggetti potenzialmente più a rischio, come donne in gravidanza e nei primi mesi di allattamento, individui in cui è già comprovata una reazione negativa a sostanze contenute nel farmaco, individui con infezioni virali o batteriche in atto e soggetti portatori di malattie autoimmuni. Eventuali effetti indesiderati si manifestano generalmente con l’insorgere di piccoli lividi, arrossamenti, edemi cutanei o gonfiori accompagnati da prurito, che comunque scompaiono nel giro di un paio di giorni e facilmente controllabili con pomate ad azione locale.

CONCLUSIONI

In quest’articolo ho cercato di focalizzare e riassumere tutti i punti fondamentali che riguardano l’acido ialuronico e le sue applicazioni, assicurando una gestione dell’argomento completamente obiettiva. Mi auguro di cuore che le mie lettrici ne possano trarre informazioni interessanti ed esaurienti e spero altrettanto sinceramente che, se dovessero decidere di avvalersi di un trattamento di questo tipo, abbiano la possibilità di accostarsi ad esso con le idee chiare e una buona dose di serenità. Come ho già ripetuto in molti altri interventi, vi ricordo ancora una volta che un consulto e un confronto con il vostro chirurgo plastico di fiducia sulle vostre aspettative e le vostre volontà sono sempre necessari, oltre che utili.