Baby Botox?

Perché in molti ricorrono al botox anche in giovane età

Negli ultimi anni, il Botox ha spopolato fra donne e uomini maturi. Oggi, con il Baby Botox, il Botulino è diventato il più valido alleato di una generazione che non vuole invecchiare.

Il Botox, conosciuto anche come Botulino, è sempre stato associato ai trattamenti estetici da eseguire in età matura. Tuttavia, secondo i dati forniti dalla Società Americana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica, negli ultimi anni gli interventi di medicina estetica richiesti dagli under 30 sono aumentati di ben il 18%.

Tra questi, il trattamento con il Botox è uno dei più richiesti, per garantire una maggior luminosità al viso, ma soprattutto per prevenire le rughe e i fastidiosi segni d’espressione.

 

Baby Botox: di cosa si tratta?

Il trattamento preventivo con il Botulino, chiamato anche Baby Botox, a sottolineare la giovane età dei pazienti, consiste nell’utilizzare una minore quantità di Botox e nello scadenzare le sedute ad intervalli più lunghi, rispetto la metodologia riservata ai soggetti più maturi. In questo modo si ha la possibilità di diluire l’effetto del Botox nel tempo, evitando che il viso perda del tutto la sua espressività.

Nonostante ciò, gli effetti del Botox sul viso dei pazienti più giovani sono significativi: evitando che i muscoli del viso possano contrarsi liberamente, l’invecchiamento causato dalle espressioni del volto viene notevolmente ridotto, evitando la comparsa precoce di rughe ed inestetismi legati alla mimica facciale.

Il Baby Botox non può essere applicato ovunque. Le zone interessate da questo trattamento sono soprattutto l’area compresa fra le sopracciglia, la fronte, il contorno occhi e l’area tra la base del naso e le labbra, per prevenire le cosiddette rughe nasolabiali.

 

Come funziona il Baby Botox

Il Botulino è un farmaco che indebolisce i muscoli in modo selettivo, producendo i suoi effetti solo nell’area dove viene iniettato. La tossina rilasciata interrompe la comunicazione fra nervo e muscolo, producendo quella che viene definita “azione miorilassante”: rilassando il muscolo e inibendogli le contrazioni, si allontana nel tempo il rischio della formazione di rughe e segni d’espressione.

È evidente, quindi, che cominciando il trattamento quando la pelle è ancora liscia e levigata, riducendo i movimenti dei muscoli del viso si ritarda la comparsa dei segni dell’invecchiamento.

 

Vantaggi e svantaggi

Il trattamento con le iniezioni di Botox è solitamente indolore e viene completato in pochi minuti. Quello che è importante sapere è che gli effetti del Botulino sono reversibili, pertanto è necessario ripetere gli interventi ogni 3-4 mesi.

Il vantaggio più evidente del Botox Preventivo è il fatto che i segni dell’invecchiamento appariranno più tardi, permettendo il mantenimento di un volto privo di rughe e segni d’espressione. Ma non è da sottovalutare l’aspetto psicologico: evitando la comparsa di precoci segni d’invecchiamento, si rafforza l’autostima e la fiducia in sè stessi.

L’unico svantaggio reale del Baby Botox è la necessità di ripetere costantemente le applicazioni di Botulino e, di conseguenza, l’affrontare periodicamente il costo che tale trattamento comporta.

Potrebbero interessarti anche

Lascia un commento I campi obbligatori sono segnati da *
Specialista in Chirurgia Estetica, Chirurgia Plastica e Laserterapia.
Via Paolo da Cannobio 2, 20121 Milano
Infoline Centro: 02.89095050 | E-mail info@alessiabuscarini.it
P.iva n. 07293690967
Iscritti Sicpre