Botox per il viso

Botox viso pro e contro: i consigli dell'esperta

Nel 2002 l’ente federale statunitense Food and Drugs Administration (FDA) permette l’uso della tossina botulinica di tipo A per fini estetici: il trattamento ha come oggetto le rughe della glabella, cioè le rughe verticali tra le sopracciglia e quelle orizzontali alla radice del naso. L’Agenzia italiana del Farmaco (AIFA) dà la sua autorizzazione nel 2004 e solo nel 2014 viene concesso agli specialisti l’utilizzo del Botox cosmetico sulle rughette perioculari conosciute come “zampe di gallina”. Oggi l’area da trattare con mirate infiltrazioni di Botox per il viso comprende anche le rughe della fronte, ma non è tutto: è possibile ridisegnare l’arco delle sopracciglia per armonizzarlo con la forma del viso e rendere lo sguardo ancora più solare ed espressivo.

Botox per il viso a Milano per ringiovanire con charme

Prodotto dall’azienda farmaceutica irlandese Allergan con il nome commerciale Vistabex, il botulino per il viso interviene direttamente sui neurotrasmettitori (aceltilcolina) che provocano la contrazione muscolare e, di conseguenza, la genesi delle caratteristiche rughe. Attenuando o bloccando temporaneamente gli impulsi nervosi, si ottengono il rilassamento e la temporanea “paralisi” dei muscoli mimici. La dottoressa Alessia Buscarini, specializzata in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica e face-designer, conferma la sicurezza e l’efficacia della tossina su questo tipo di inestetismi. Per un esito gradevole e naturale, la dottoressa calcola dosaggio e diluizione, valuta i punti e la profondità della somministrazione e monitora il post-intervento per affrontare prontamente le eventuali, e rare, complicazioni. L’effetto dura dai 3 ai 5 mesi. Se eseguito con competenza e sensibilità, il trattamento non genera quei volti fissi e inespressivi che vediamo sulle riviste e, talvolta, nelle nostre città.

Spiana le rughe, non le emozioni

Il botox non attenua le rughe determinate dall’invecchiamento e da altri fattori non legati alle contrazioni dei muscoli facciali. In compenso, però, opera in sinergia con dispositivi medici come i filler biorivitalizzanti e il laser skin-resurfacing abbinato a radiofrequenza. I raggi d’azione e gli obiettivi, infatti, non sono gli stessi: i filler biocompatibili e riassorbibili riempiono rughe e solchi stimolando la produzione di collagene ed elastina. Le moderne tecnologie laser micro-ablativo o non ablativo distendono le rughe, tonificano la pelle e favoriscono la rigenerazione dei tessuti. La dottoressa Buscarini consiglierà il Botox e/o i trattamenti più adatti a soddisfare il vostro desiderio di bellezza autentica, informandovi con chiarezza sui pro e contro delle diverse terapie.

Potrebbero interessarti anche

Lascia un commento I campi obbligatori sono segnati da *
Specialista in Chirurgia Estetica, Chirurgia Plastica e Laserterapia.
Via Paolo da Cannobio 2, 20121 Milano
Infoline Centro: 02.89095050 | E-mail info@alessiabuscarini.it
P.iva n. 07293690967
Iscritti Sicpre