Laser smagliature

Come evitarle, ridurle, curarle

Le smagliature sono odiate da tutti, uomini e donne. Per evitarle, basta fare attenzione al peso e alla cura della pelle, ma se sono già comparse, niente paura: da oggi c’è il laser per le smagliature.

Tra gli inestetismi più odiati dalle donne, oltre alla famigerata cellulite, ci sono senza alcun dubbio le smagliature. Non importa che siano il risultato di una gravidanza, di un dimagrimento repentino o che siano comparse durante lo sviluppo: quelle odiose striature bianche sono l’incubo di ogni donna e, anche se in misura minore, di qualche uomo.

Per evitarle, è sempre opportuno evitare diete drastiche e repentini cambi di peso, ma se proprio non è possibile evitarli, allora è consigliabile fare un intenso utilizzo di creme contro le smagliature e oli, soprattutto di mandorla, spremuto a freddo.

Una volta che il danno è fatto, non rimane che il laser per le smagliature, in grado di ridurre e talvolta eliminare del tutto i fastidiosi inestetismi. Ad ogni tipo di smagliatura corrisponde l’efficacia di un determinato laser, che, in ogni caso, verrà calibrato tenendo in debito conto età e profondità della stria, affinché possa sprigionare la massima efficacia contro la smagliatura.

Ma vediamo nel dettaglio le caratteristiche principali di 3 tipologie di laser, scelte fra quelle che ottengono i maggiori risultati.

 

Laser micro ablativo CO2

Questo tipo di trattamento è particolarmente indicato per le smagliature bianche e grazie alla sua tecnologia, è in grado di affievolire, e talvolta cancellare del tutto, la maggior parte di questi sgradevoli inestetismi.

Questo laser sfrutta l’anidride carbonica per creare un fascio luminoso che colpisce direttamente l’acqua presente nei tessuti, facendola evaporare, eliminando in questo modo gli strati più superficiali dell’epidermide.  Il micro-danneggiamento provocato dal laser, chiamato ablazione, consente la riproduzione cellulare, che produce tessuti nuovi e sani.

 

Smartxide2 Deka

Questo laser per le smagliature, che viene utilizzato con successo anche nella lotta a molti altri inestetismi della pelle, sfrutta la sinergia del laser CO2 e della radiofrequenza. In questo modo può raggiungere gli strati più profondi dell’epidermide, agendo rapidamente e con efficacia.

Questo laser per le smagliature ottiene risultati davvero sorprendenti, assicurando danni dermici di entità minima e tempi di recupero molto rapidi.

 

Laser non ablativo Nd Yag

Questo laser non ablativo, che crea una microesfoliazione dell’epidermide, è lo strumento principe per eliminare le smagliature rosse, quelle di più recente formazione: stimolando la produzione di proteine e collagene, infatti, questo laser smagliature può eliminare completamente le strie e restituire compattezza ai tessuti.

Il laser smagliature fa male? Dipende dal tipo di laser e da quale profondità raggiunge. In ogni caso, nulla che non possa essere sopportato, ma quando ciò accade, il medico estetico provvederà all’applicazione di una crema anestetica, in grado di sollevare la paziente da fastidi troppo intensi.

Potrebbero interessarti anche

Lascia un commento I campi obbligatori sono segnati da *
Specialista in Chirurgia Estetica, Chirurgia Plastica e Laserterapia.
Via Paolo da Cannobio 2, 20121 Milano
Infoline Centro: 02.89095050 | E-mail info@alessiabuscarini.it
P.iva n. 07293690967
Iscritti Sicpre