Rigenerazione cellulare

Come funzione la medicina rigenerativa

Si sente spesso parlare di rigenerazione cellulare ma di cosa si tratta nel concreto?

Potremmo definirla semplicemente come trapianto di cellule staminali, anche se i passaggi sono un po’ più complessi di come sembra.
La rigenerazione con l’aiuto delle cellule staminali, infatti, “risveglia” le cellule presenti nella pelle, trasformandole in fibroblasti, cioè le cellule che mantengono giovani i tessuti.

Possiamo quindi dire che la rigenerazione cellulare è un trattamento creato dalla medicina rigenerativa che ha come obiettivo quello di generare nuove cellule anziché potenziare quelle vecchie.

Una tecnologia molto all’avanguardia che non solo permette di ringiovanire alcune parti del corpo ma che permette anche di guarire, in certi casi, da alcune patologie.
Cerchiamo però di capire bene di cosa si tratta e quali siano i benefici in medicina estetica.

Che cos’è la medicina rigenerativa?

Prima di parlare della medicina rigenerativa, cerchiamo di capire meglio cosa sia.

Fondamentalmente si tratta di un modo di ricostruire i tessuti, sfruttando le capacità delle nostre cellule di auto riparare tessuti o organi danneggiati.
Possiamo quindi dire che questi processi hanno l’obiettivo di ricercare soluzioni naturali che possano accelerare i processi di rigenerazione cellulare, stimolando i meccanismi di riparazione del corpo.

Ed è proprio questo particolare che ci interessa: la medicina rigenerativa consente di ripristinare lo stato originale dei tessuti invecchiati o danneggiati.
Non a caso,la medicina estetica si è fusa con quella rigenerativa, facendo nascere la medicina estetica rigenerativa, una branca che studia nuove soluzioni per contrastare l’invecchiamento cutaneo, ma non solo.

I benefici della medicina estetica rigenerativa

La medicina estetica e la medicina rigenerativa si sono incontrate per contrastare il cronoaging, l’irreversibile invecchiamento della pelle.
Vediamo quindi quali sono i metodi che portano benefici alla pelle e, in particolare, quali trattamenti consentano di mantenere un aspetto sano, naturale e giovane nel tempo.

  • PRP (Plasma Ricco di Piastrine): questa tecnica viene usata, coma sappiamo, per il ringiovanimento sia del viso che del cuoio capelluto. Si tratta di una procedura non invasiva che sfrutta la potenza di guarigione delle piastrine e dei fattori di crescita del sangue;
  • Lipofilling: una soluzione che rappresenta l’innovazione per rimodellare le forme del corpo senza l’aiuto di ulteriori materiali se non il proprio grasso in eccesso.

Grazie a questi due metodi è dunque possibile attuare un vero e proprio ringiovanimento dei tessuti. Ringiovanimento che non solo è del tutto naturale ma che si mantiene anche con il passare dei mesi.

Certo, non possiamo propriamente parlare di effetti permanenti, ma sicuramente gli effetti e i benefici della rigenerazione cellulare sono ben visibili e molto efficaci.

Come funziona la medicina estetica rigenerativa?

I trattamenti che sfruttano il PRP o il CGF donano nuova elasticità, brillantezza e giovinezza alla pelle attraverso il ringiovanimento delle cellule che compongono le soluzioni.

Ogni seduta dura circa 20 minuti, anche se questo tempo varia in base alla zona che si vuole trattare. Se, infatti, si desidera ringiovanire anche il collo o décolleté ne servono circa 40/45.

Come accennavo, il trattamento non è assolutamente invasivo e non prevede tempi di recupero. Il mio consiglio, sebbene la rigenerazione cellulare sia brevettata e molto sicura, è quello di affidarvi sempre e solo a medici specializzati e con esperienza. Solo in questo modo si possono garantire i migliori risultati.

Prendersi cura di sé significa anche saper scegliere a che professionisti rivolgersi. Per avere una pelle luminosa e tonica, un volto riposato ed espressivo, un aspetto gradevole e naturale bisogna rivolgersi ai migliori.

PRP

Il PRP è forse uno dei trattamenti più affini alla medicina estetica rigenerativa dato che
il Plasma Ricco di Piastrine consente di riparare i tessuti danneggiati attraverso le cellule del tessuto stesso.

In particolare, il PRP è tra i metodi più utilizzati in campo ortopedico, in chirurgia maxillo-facciale e in chirurgia e medicina estetica per favorire la rigenerazione dei tessuti e contribuire alla risoluzione di diverse problematiche, tra cui ringiovanimento della pelle e caduta dei capelli.

Il procedimento si suddivide in tre fasi:

  1. Si esegue un prelievo di sangue venoso;
  2. Il campione viene sottoposto a una centrifugazione, che serve per ottenere la separazione di globuli rossi dal plasma ricco di piastrine;
  3. Si inietta sottopelle il PRP nella zona interessata.

Il procedimento complessivo non dura più di 20 – 40 minuti, a seconda della zona da trattare. Per ottenere i primi risultati servono almeno 3 sedute a distanza di due o tre settimane l’una dall’altra.

Lipofilling

Il lipofilling è il trapianto del proprio tessuto adiposo da un’area ad un’altra.

Solitamente, viene utilizzato in medicina estetica per rimodellare il seno, le braccia, i polpacci, la pancia, le gambe o anche i glutei.
In alcuni casi, poi, si può anche utilizzare sul viso, per ripristinare i volumi degli zigomi, delle guance o della linea mandibolare.

Il trasferimento di grasso autologo, in effetti, rappresenta la soluzione ideale per il riempimento delle aree del corpo più svuotate perché, essendo biocompatibile, non crea nessun effetto collaterale.

Inoltre, il tessuto adiposo è l’organo più ricco di cellule staminali. Ecco quindi che nei tessuti in cui vengono immesse, generano un grande potenziale di ringiovanimento. Queste, infatti, quando vengono iniettate in un’area del corpo si adattano, determinando un effetto rigenerativo sul tessuto stesso.

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Parla con me

Potrebbero interessarti anche

Lascia un commento I campi obbligatori sono segnati da *
Specialista in Chirurgia Estetica, Chirurgia Plastica e Laserterapia.
Via Felice Cavallotti 13, 20121 Milano
Infoline Centro: 02.49656081‬ | E-mail info@alessiabuscarini.it
P.iva n. 07293690967
Iscritti Sicpre